• PAROLA INGLESE, FRANCESE, OLANDESE, TEDESCA E RUSSA

ACQUISTARE IMMOBILI IN SPAGNA USIGN USUFRUCT- UN MODO PER RISPARMIARE LA TASSA DI SUCCESSO SPAGNOLA?

ACQUISTARE IMMOBILI IN SPAGNA USIGN USUFRUCT- UN MODO PER RISPARMIARE LA TASSA DI SUCCESSO SPAGNOLA? 300 251 admin_jdn

L'UTILIZZO DELL'USUFRCUT PER RIDURRE L'IMPOSTA DI SUCCESSO SPAGNOLA

È molto comune trovarsi in situazioni in cui è opportuno studiare varie possibilità finanziarie per trovare la migliore formula fiscale al momento dell'acquisto di un immobile.

In molte occasioni scopriamo che molti dei nostri clienti ci chiedono il modo migliore per risparmiare sulle successioni e sulle tasse di successione in futuro. Vale a dire, è molto comune trovare clienti che integrano l'acquisizione dell'immobile all'interno di un organigramma e di una struttura patrimoniale in cui considerano a lungo termine le eventuali ripercussioni che l'acquisizione di un immobile in Spagna può avere sul futuro pagamento della tassa di successione spagnola.

Al riguardo, va detto che, come segnaliamo sul ns sezione eredità specializzata, le tasse derivanti dalla successione o dall'eredità di beni immobili situati in Spagna sono soggette all'imposta di successione spagnola. Pertanto, quando si acquista una casa in Spagna, è consigliabile studia le diverse formule che possono aiutarci a ridurre o evitare la tassa di successione in Spagna.

Una delle formule più utilizzate dai nostri clienti è l'usufrutto.

L'usufrutto consiste nel diritto di utilizzare e godere dell'immobile esclusivamente da parte di coloro che ne sono titolari, che sono persone diverse da coloro che detengono la proprietà dell'immobile. Cioè, è una divisione di due diritti che riguardano la proprietà:

  • Il diritto di utilizzare e godere della proprietà, che si traduce nel diritto di usufrutto.
  • Il diritto di proprietà dell'immobile, che si traduce nel diritto di nuda/nuda proprietà.

Pertanto, quando ci troviamo in questo tipo di situazione, ciò che accade è che una persona può acquisire l'uso e il godimento di una proprietà, e un'altra può acquisire l'intera proprietà. La principale conseguenza di ciò è che chi detiene il diritto di usufrutto sull'immobile ha diritto di usufruirne e goderne in esclusiva, senza che l'altra persona possa utilizzarlo, o inserirlo, affittarlo o utilizzarlo, o EVENTO DI VENDERLO, senza il consenso di chi ha diritto di usufrutto.

In altre parole, chi possiede l'usufrutto può affittare, abitare, utilizzare, ecc. l'immobile come il vero proprietario. L'immobile non può essere affittato, né utilizzato né accedervi, né venderlo senza il consenso dell'usufruttuario.

Il caso più comune che troviamo è dove i genitori che sono in procinto di acquistare un immobile e vogliono avere i figli come proprietari, ma mantenendo per sé l'uso esclusivo dell'immobile, E, in caso di successione o eredità, detti beni sono passati ai figli evitando di pagare l'imposta di successione sull'immobile per l'usufrutto.

Con la quale, il caso più comune che troviamo nel nostro ufficio è quello dei genitori che acquisiscono il diritto di usufrutto della proprietà, ei figli acquisiscono la nuda/nuda proprietà.

Esiste una formula per valutare la percentuale di proprietà che detiene il diritto di usufrutto e quella di proprietà nulla. Questa formula può essere trovata nel nostro articolo specializzato.

In modo tale che, ad esempio, il diritto di usufrutto possa essere valutato al 30%, e il resto della proprietà, o proprietà cotta, possa essere valutato a 70 × 100.

In questo modo, l'operazione di acquisto è strumentata come segue:

-I genitori acquisiscono l'usufrutto, che rappresenta il 30% della proprietà.

-I figli acquisiscono la proprietà anuda, che si identifica con il 70% del valore della proprietà.

In questo modo i genitori, in quanto usufruttuari della proprietà, ne godono e la utilizzano esclusivamente mentre sono in vita, potendo impedirne l'uso a chiunque, compresi altri membri della loro famiglia. Possono cioè impedire l'uso dell'immobile da parte degli stessi figli che sono titolari del nudo diritto di proprietà, essendo i genitori a detenerne l'uso esclusivo.

Quando i genitori muoiono, il il diritto di usufrutto si estingue automaticamente, per cui i figli, documentando la morte dei genitori, diventano automaticamente al 100% proprietari dell'immobile, e la PARTE DI USUFRUZIONE È ESENTE DALLA TASSA DI SUCCESSO SPAGNOLA.

In questo modo, la conseguenza immediata è che gli eredi, nel caso in cui diventino titolari al 100% del diritto all'immobile, non pagano l'imposta di successione sulla parte dell'immobile che suppone il diritto di usufrutto. Vale a dire, e seguendo l'esempio, non pagherebbero i diritti di successione dal 30% che l'usufrutto suppone.

Tuttavia, come spieghiamo nel ns articolo specializzato, gli eredi , sebbene non pagheranno l'imposta di successione sull'acquisizione della parte di usufrutto, dovranno pagare la parte dell'imposta di acquisto che non è stata pagata all'epoca dagli usufruttuari.

Cioè, al momento dell'acquisto dell'immobile, i genitori, o gli usufruttuari dell'immobile, pagavano l'imposta sull'acquisto del diritto di usufrutto, ma non dell'immobile. In altre parole, l'imposta da loro versata era quella di acquisire un diritto di usufrutto, quindi non il diritto di proprietà, che restava latente mentre era in vigore il diritto di usufrutto.

Con la quale, il diritto o il pagamento dell'imposta di acquisto del soggetto che suppone l'usufrutto, in questo caso dell'esempio del 30%, in caso di decesso dei genitori, o degli usufruttuari, sarebbe pendente a carico di parte degli eredi che ricevono questa proprietà.

DESIDERO ACQUISTARE L'IMMOBILE A NOME DEI MIEI FIGLI

Un altro aspetto da considerare quando si acquista un immobile a nome dei figli è l'origine dei fondi utilizzati per l'acquisizione.

Riceviamo un numero elevato di clienti che desiderano acquistare la totalità o parte della percentuale di proprietà della proprietà spagnola a nome dei bambini.

Questo è perfettamente possibile in Spagna, ma con alcuni punti da considerare:

  • La proprietà in Spagna viene acquistata da coloro che la pagano. L'acquirente sarà sempre colui che paga il prezzo dell'immobile.
  • Quindi, nessuno può acquistare una proprietà usando i soldi di qualcun altro. Anche se l'altro è il padre, la madre o il coniuge.

Quanto sopra è molto importante da tenere in considerazione in Spagna, perché, nel caso in cui i bambini acquistino la proprietà utilizzando i fondi dei loro genitori, si tratta di una «DONAZIONE». La donazione è l'atto in cui qualcuno «dona» qualcosa ad altri gratuitamente e senza corrispondenza.

Se questi casi non sono adeguatamente strumentalizzati nel tuo paese di origine e il sistema spagnolo rileva che i bambini stanno utilizzando i soldi dei loro genitori, questo può essere considerato una «donazione» in Spagna. E la principale conseguenza di ciò è che in Spagna l'imposta sulle donazioni è abbastanza simile all'imposta sulle successioni.

Quindi, nel caso in cui volessi acquistare la proprietà per i tuoi figli, per evitare che in futuro paghino l'imposta di successione, e non otteniate la consulenza legale adeguata su come farlo correttamente, potreste pagare « Imposta sulla donazione» al momento dell'acquisizione della proprietà.

Un modo per evitare di essere tassati in Spagna come Donazione, è formalizzare quella donazione nel tuo paese di origine. Per questo, sarà necessario quanto segue:

  • Visitare un Notaio del proprio Paese e chiedergli di formalizzare la Donazione di un determinato importo sul nome dei figli. In questo atto è molto importante indicare al notaio di inserire negli atti il ​​seguente contenuto:
    • Che questa donazione sarà utilizzata esclusivamente per acquistare una proprietà in Spagna
    • Nel caso in cui i figli siano sposati in regime di «comunità dei beni», allora, i coniugi dei figli devono firmare anche l'atto notarile della donazione, riconoscendo che i fondi che vengono ricevuti da tale donazione sono di uso «privato» del curatore fallimentare coniuge, quindi, in nessun caso farà parte del patrimonio comunitario della coppia.
    • L'atto notarile deve ottenere l'Apostile de La Hague e deve essere tradotto in spagnolo da un traduttore ufficiale.
    • Una volta formalizzato l'atto presso l'ufficio notarile, i genitori possono effettuare il trasferimento dei fondi sul conto corrente bancario dei figli.
    • Quindi, ciascuno dei pagamenti in acconto del prezzo di acquisto deve rispettare la percentuale di ciascuno degli acquirenti.
  • Al termine del processo di acquisizione, i figli dovranno fornire al notaio spagnolo:
    • L'originale dell'atto notarile Donazione, apostilato con L'Aia Apostile, e tradotto in spagnolo da un traduttore ufficiale
    • Il contratto di matrimonio originale (o una copia autenticata) apostile con La Hague Apostile e tradotto in spagnolo da un traduttore ufficiale. Tale obbligo di fornire l'originale del contratto di matrimonio (o copia autenticata) sarà in entrambi i casi: matrimonio in comunione dei beni, o matrimonio in separazione dei beni.
    • Il notaio richiederà ai diversi acquirenti tutte le copie dei bonifici e dei pagamenti per provare che ciascuno dei diversi acquirenti ha pagato la propria parte di proprietà con i propri fondi.
    • Spese di acquisto: oltre al prezzo di acquisto, ci saranno le spese e le tasse derivanti dall'acquisizione. I diversi acquirenti devono pagare anche queste spese e tasse proporzionalmente alla percentuale di proprietà che gli corrisponde.